Google+
Apologetica Cattolica,Apologetica,Papa Francesco,Papa,chiesa cattolica,bibbia,sacre scritture,sacra scrittura,cristiani,chiesa,cattolici,religione,chiese,evangelici,testimoni di geova,protestanti,eresie,Dio,Gesù,Maria,Madonna Trattato di Mariologia

Messa in diretta live  

Clicca qui, e scorri in fondo alla pagina per la diretta video


   

Adorazione Perpetua Online  

Adorazione di Gesù Eucarestia perpetua online


   

Bibbia Online  

Leggi la Bibbia online: Dopo l’apertura della pagina potete anche ascoltare i passi cliccando su questo simbolo:

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,120):
Per parola:
   

Mariologia articoli

   
Trattato di Mariologia

Trattato di Mariologia (7)

La dottrina teologica riguardante la Beata Vergine Maria, (detta anche «Mariologia» o «Marialogia») riveste un importanza tutta speciale. Infatti, come dice il Concilio Vaticano II con espressione particolarmente felice (Lumen Gentium 65): «Maria riunisce per così dire e riverbera in sé i massimi dati della Fede»

Ciò significa che esaminando la persona e l’opera della Beata Vergine noi veniamo illuminati sugli aspetti più importanti del mistero cristiano. Naturalmente Maria Santissima non va studiata isolatamente, ma va considerata al’interno di tutto l’insieme delle verità rivelate, e in particolare va collegata indissolubilmente al mistero di Cristo e della Chiesa, come ha fatto il Concilio Vaticano II (Lumen Gentium, cap. VIII).
    Che Maria sia indissolubilmente legata a Gesù Cristo è del tutto evidente: Ella è infatti sua Madre, ed è stata sempre intimamente unita al Figlio in tutta l’opera redentrice.

Lunedì, 26 Settembre 2016 20:39

Trattato di Mariologia (parte 7)

Scritto da
DAL FINIRE DELLETA» PATRISTICA FINO AL 1958 Primo periodo (fino all’VIII secolo) Sul finire dell’età patristica noi assistiamo a un graduale e continuo sviluppo della dottrina mariana in Oriente, mentre in Occidente notiamo all’inizio una certa stasi, con alcune eccezioni, come quella di Ildefonso di Toledo († 667), che scrive un trattato sulla verginità di Maria e introduce la formula «servire Dio e Maria» (Servire Deo et Mariae), che avrà una grande importanza nella spiritualità medievale. Ciò che caratterizza in modo particolare questo periodo, soprattutto in Oriente, è lo sviluppo del culto mariano con l’introduzione di nuove feste. A quelle…
Giovedì, 21 Aprile 2016 00:00

Trattato di Mariologia (parte 6)

Scritto da
MARIA PRESSO I SANTI PADRI L'argomento dello sviluppo della dottrina mariana nel pensiero patristico è assai ampio, e può essere affrontato in vari modi. Ad esempio secondo i vari temi, oppure esaminando singolarmente i diversi Padri dell'Oriente e dell'Occidente. È questa la via seguita dal Melotti1, ed è anche quella che seguiremo noi, naturalmente senza alcuna pretesa di completezza, ma soffermandoci soltanto sulle figure più rappresentative. Il periodo patristico può essere diviso in quattro parti2. Iniziamo con l'esame della prima. Dall'inizio dell'età patristica alla fine del II secolo. S. IGNAZIO D1 ANTIOCHIA († 107) È una delle figure principali dell'antichità…
Martedì, 19 Aprile 2016 00:00

Trattato di Mariologia (parte 5)

Scritto da
LA NASCITA DI GESÙ Dalle pagine di S. Luca (2, 1-19) risulta che il ruolo di Maria è molto attivo. È lei che dà il bambino alla luce. Scrive bene il Feuillet: «Questo Salvatore, che è la buona novella escatologica, viene scoperto per la prima volta dagli uomini come legato in qualche modo a Maria e inseparabile da lei; il ruolo attivo è esercitato da lei: è Maria che avvolge in panni e adagia in un presepio il Salvatore che i pastori riconoscono da questo segno; così, dunque, è innanzitutto per il tramite di Maria che viene offerta al mondo la sorgente…
Mercoledì, 13 Aprile 2016 00:00

Trattato di Mariologia (parte 4)

Scritto da
MARIA NEL NUOVO TESTAMENTO S. Paolo Nello studio dei testi mariani del Nuovo Testamento procedere­mo secondo l’ordine cronologico. Ora, il primo scritto del Nuovo Testamento in cui si fa menzione della madre di Gesù è la lettera ai Galati, scritta da S. Paolo secondo alcuni prima dell’anno 49, secon­do altri invece, più verosimilmente, verso l’anno 54. In ogni modo qualche anno prima dei Vangeli. Sentiamo le parole dell’Apostolo (Gal 4, 45): «Quando venne la pienezza del tempo, Dio mandò il suo Figlio, nato da donna, nato sotto la legge, per riscattare coloro che erano sotto la legge, perché ricevessimo l’adozione…
Martedì, 08 Marzo 2016 00:00

Trattato di Mariologia (parte 3)

Scritto da
MARIA NELLA SACRA SCRITTURA  ISAIA 7, 14 (LA PROFEZIA DELL'EMMANUELE) «Pertanto il Signore stesso vi darà un segno. Ecco: la vergine concepirà e partorirà un figlio, che chiamerà Emmanuele».      Il profeta Isaia aveva ricordato al re Acaz che la salvezza sta nella fede nel Signore: «Se non crederete non avrete stabilità» (7, 9). Propone quindi al re di chiedere un segno, ma Acaz si rifiuta di chiederlo (poiché ciò lo obbligherebbe a cambiare i suoi piani). Non vuole «tentare Dio». Isaia lo rimprovera e dice appunto: «Il Signore stesso vi darà un segno...». L'interpretazione di questo passo è difficile, e ha suscitato…
Mercoledì, 02 Marzo 2016 00:00

Trattato di Mariologia (parte 2)

Scritto da
MARIA NELLANTICO TESTAMENTO L’Antico Testamento parla di Maria Santissima?      Questa domanda ha ottenuto varie risposte anche da parte degli studiosi cattolici. Si va da una posizione estrema, per cui «tutta la Scrittura parla di Maria», come affermava lo Pseudo-Bernardo, (Pseudo-Bernardo, Sermo 3 in Antiphonam Salve Regina,PL 184,1069.) a un’altra, di segno opposto, per cui Maria sarebbe assente dall’Antico Testamento, o almeno le allusioni a lei sarebbero così implicite e indirette da non poter costituire nemmeno un abbozzo di teologia mariana.      È chiaro che per uno studioso non credente il problema non si pone. Egli potrebbe al massimo ammettere che Maria di…
Martedì, 01 Marzo 2016 00:00

Trattato di Mariologia (Parte 1)

Scritto da
Introduzione La teologia, come è noto, è una scienza unica, però in essa si possono distinguere vari trattati. Ora, si pone inevitabilmente la domanda: la Mariologia costituisce un trattato a sé, oppure i problemi mariologici vanno esaminati nel contesto di altre tematiche? Per esempio S. Tommaso d'Aquino li esamina all'interno della Cristologia, però vi sono dei temi mariani che potrebbero essere studiati anche all'interno di altri contesti, come nei trattati sulla Redenzione, sul peccato originale, sulla Chiesa, sull'escatologia. Generalmente, prima del XVI secolo si è seguita appunto questa via, cioè si è parlato della Beata Vergine all'interno di trattati separati. Sarà il…
   

Mons. Luigi Negri


   

Chi è online  

Abbiamo 93 visitatori e nessun utente online

   

Versetto del giorno  

   

Liturgia del giorno  

   

Catechismo della Chiesa Cattolica  


Clicca sull'immagine

   

Associazione Quo Vadis  


Conosci davvero i testimoni di Geova?
   
   
Sali su
Vai giù
   
hasTooltip