Google+
Apologetica Cattolica,Apologetica,Papa Francesco,Papa,chiesa cattolica,bibbia,sacre scritture,sacra scrittura,cristiani,chiesa,cattolici,religione,chiese,evangelici,testimoni di geova,protestanti,eresie,Dio,Gesù,Maria,Madonna Visualizza articoli per tag: possessione

Messa in diretta live  

Clicca qui, e scorri in fondo alla pagina per la diretta video


   

Vedi anche…  

   

Adorazione Perpetua Online  

Adorazione di Gesù Eucarestia perpetua online


   

Bibbia Online  

Leggi la Bibbia online: Dopo l’apertura della pagina potete anche ascoltare i passi cliccando su questo simbolo:

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,120):
Per parola:
   

Quando si giunge alla più alta perfezione spirituale non si può più soffrire di possessione diabolica; è questa la conclusione cui sono arrivato riflettendo bene sul problema della possessione e su questo testo in cui si afferma che i perfetti «sono arsi e affocati nella mia carità, dove è consumata la volontà loro, quindi il demonio teme il bastone della carità loro, e perciò getta le saette sue da lontano e non s’ardisce d’accostarsi (a loro ).» (S. Caterina da S. » Dialogo della Divina Provvidenza » c. 78) … a questi livelli ritengo che non ci possa essere possessione diabolica perché satana non si accosta ad un» anima così perfetta, come si vede nella vita dei più grandi santi: s. Giuseppe, s. Giovanni Battista non eranop posseduti e neppure s. Antonio abate, s. Caterina da Siena, s. Veronica Giuliani etc.  ma anzi sono stati strumento di Dio per la liberazione delle persone da satana.  Anche altri grandi santi giunti alla più alta perfezione non hanno avuto la possessione diabolica .… ma anzi sono stati strumento di Dio per la liberazione delle persone da satana. Le sante o beate che sono state possedute, come la beata Crocifissa Satellico, la beata M. Bolognesi, Santa Mariam di Gesù Crocifisso hanno vissuto tale prova come momento di passaggio e non allorché erano ai livelli più alti della perfezione cristiana. I santi allorché giungono a grandi altezze di perfezione divengono in modo molto forte una sola cosa con Dio … » Così queste anime gittate nella fornace della mia carità, non rimanendo veruna cosa fuori di me, cioè veruna loro voluntà, ma tutti affocati in me, niuno è che le possa pigliare né trarle fuore di me per grazia, perché sono fatte una cosa con meco ed Io con loro.» ( ibidem. ) … la loro eccelsa unione con Dio diventa evidentemente intollerabile per il demonio .… e appunto a tali livelli diventa impossibile la possessione diabolica. Dobbiamo renderci conto, d’altra parte, che la possessione diabolica è permessa da Dio per la santificazione della persona ma allorché l’anima raggiunge una altissima perfezione, come appunto si vede nella vita dei grandi santi, il santo è trasformato in Cristo e quindi ripresenta più direttamente la vita di Cristo che non fu posseduto ma vinse satana, ci pare che sarebbe una cosa sconveniente che un grande santo fosse posseduto da satana e sarebbe anche un impedimento al suo apostolato , tra altro notiamo a questo riguardo che i casi di sacerdoti posseduti da satana sono super rarissimi, forse un solo caso documentato, e appunto il sacerdote deve rappresentare Cristo, ma in modo simile, anche se non uguale, ogni santo deve rappresentare Cristo vincitore su satana; la possessione è permessa per l’umiliazione della persona ma allorché l’anima è giunta alla perfezione della umiltà non è più conveniente la possessione, è invece conveniente che Cristo si manifesti in quell’anima e agisca attraverso essa.  Affido questa riflessione al Signore e sono ovviamente aperto ad approfondire lo studio della questione che è oggetto di questo mio scritto. Dio ci illumini sempre più. 

Don Tullio Rotondo  

 

 

 

Pubblicato in Teologia Mistica

Poderosa conversione !!! Dio è Onnipotente!!!

Testimonianza vera di un uomo sposato

Ho … (tra i 30 e i 40 n.d.r) anni e posso dire che fino a 10 anni fa ero totalmente nelle mani del diavolo. Facevo un uso anche se raro di cocaina ma un uso molto frequente di droghe leggere e di alcol. Ero un ragazzo che amava il sesso e che cercava solo il sesso arrivando anche ad avere esperienze omosessuali perché volevo provare tutto, non mi piaceva perdere e addirittura una volta ero arrivato al punto di comprare un libro di magia satanica per far cadere tra la mie braccia una ragazza. Ero in un gruppo di ragazzi e per non sentirmi escluso si andava a rubare in ogni parte e addirittura anche nelle chiese. I miei genitori erano molto cattolici e io odiavo e bestemmiavo quel loro Dio che loro andavano sempre a pregare. Mi sentivo forte ma ci fu un periodo dove mi sentivo come vuoto come se mi mancasse qualcosa,provai 2 volte il suicidio. posso dire che per la prima volta mi misi in ginocchio e chiesi alla vergine Maria di trovarmi una ragazza che mi cambiasse la vita e io avrei fatto per lei tutto ciò che avrebbe voluto, dopo 2 minuti mi venne in testa di entrare in una chat telefonica e li conobbi una ragazza che col tempo arrivai ad amare. Dopo qualche mese partii per vederla e mi sono trasferito nel suo paese ospite della sorella, sentivo cose strane ma non ci pensavo fino al giorno che la sorella mi raccontò di essere posseduta; mi disse che era posseduta dal demonio lei e la ragazza che ero andato a conoscere, mi raccontò tante di quelle cose che non sto a dire perchè terrificanti e che avrei creduto di vedere solo nei film di orrore. In me entrò una paura inspiegabile e ogni volta che si manifestava qualcosa di diabolico entravo in un vortice di terrore. Satana cercò in tutti i modi di farmi andare via da quella donna e cercai una scusa per andarmene. Si susseguirono tormenti e dentro di me era in corso una battaglia, Gesù mi diceva di andare e il diavolo che mi diceva di tornare alla vita di prima. Decisi di tornare e iniziò il vero combattimento, iniziò come una purificazione dai peccati, camminavo per 20 km al giorno per vedere quella ragazza, armato di Bibbia e della corona del s. Rosario, ero senza casa e fui ospitato in una chiesa, fui tormentato notte e giorno dal diavolo ma Dio mi diede una fede e una forza che quel terrore verso satana si trasformò in coraggio da soldato di Cristo. Sono passati 10 anni da quando è iniziato tutto e con quella ragazza mi sono sposato e ho due bellissime bambine, amo la mia famiglia e ho tanti problemi e se non avessi avuto fede in Dio mi sarei tolto la vita già da tanto, ma accetto tutte le croci con un sorriso. Sono peccatore ma posso dire che ora Dio è la mia ragione di vita e darei la vita per lui!!

   

Mons. Luigi Negri


   

Chi è online  

Abbiamo 79 visitatori e nessun utente online

   

Versetto del giorno  

   

Liturgia del giorno  

   

Catechismo della Chiesa Cattolica  


Clicca sull’immagine

   

Associazione Quo Vadis  


Conosci davvero i testimoni di Geova?
   
   
Sali su
Vai giù
   
hasTooltip