Google+
Apologetica Cattolica,Apologetica,Papa Francesco,Papa,chiesa cattolica,bibbia,sacre scritture,sacra scrittura,cristiani,chiesa,cattolici,religione,chiese,evangelici,testimoni di geova,protestanti,eresie,Dio,Gesù,Maria,Madonna Visualizza articoli per tag: scrittura

Messa in diretta live  

Clicca qui, e scorri in fondo alla pagina per la diretta video


   

Vedi anche…  

   

Adorazione Perpetua Online  

Adorazione di Gesù Eucarestia perpetua online


   

Bibbia Online  

Leggi la Bibbia online: Dopo l’apertura della pagina potete anche ascoltare i passi cliccando su questo simbolo:

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,120):
Per parola:
   

Ecco che anche nel terzo capitolo della seconda lettera ai Tessalonicesi, al versetto 6 troviamo:
«Vi ordiniamo pertanto, fratelli, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo, di tenervi lontani da ogni fratello che si comporta in maniera indisciplinata e non secondo la tradizione che ha ricevuto da noi.«
Facciamo quindi una piccola ma utile esegesi. Si può subito notare l’autorità con cui Paolo si rivolge alla comunità di Tessalonica, infatti egli in più di un occasione invita con autorità, Παραγγέλλομεν, lo stesso verbo lo incontriamo quando Gesù con autorità invia gli apostoli, nel vangelo di Matteo al capitolo 10 versetto 5 ci dice: «Questi dodici Gesù li inviò dopo averli così ISTRUITI (παραγγείλας); dopo averlo loro ordinato con sapiente autorità proveniente appunto dalla sua divinità. In quel passo l’apostolo ci fa ben capire come le chiese era già ben consapevoli della sottomissione d’autorità che dovevano agli apostoli e a coloro che li avrebbero sostituiti nel medesimo ufficio. Questo in virtù non di sole capacità umane ma come preciso volere del Signore Gesù Cristo. Più avanti nel versetto 12 tornerà a ripetere :«A questi tali ordiniamo.…» stesso verbo che esprime autorità ed esclude da subito quella concezione di autocefalia delle chiese primitive che molti vorrebbero far credere.
Cosa dice questo versetto ai credenti di Tessalonica? Vi ordiniamo, secondo l’autorità che in Cristo abbiamo ricevuto, di tenervi lontani da coloro che si comportano in maniera indisciplinata, e non secondo la TRADIZIONE (καὶ μὴ κατὰ τὴν παράδοσιν) che ha ricevuto da noi (ἣν παρελάβοσαν παρ’ ἡμῶν).
Ecco che tutto è chiaro, ancor prima che gli scritti raggiungessero le chiese primitive e ancor prima che Paolo scrivesse alle chiese, esse già conoscevano la sana dottrina e gli insegnamenti di Gesù perché la Tradizione portò loro, per mezzo degli apostoli e di quelli da loro scelti ed istruiti, le azioni, la parola, i riti secondo verità.
Essa è un ulteriore e certissima prova di come la sola scrittura sia soltanto un diabolico espediente per traviare le anime.

Pubblicato in Esegesi

Dalla seconda lettera di San Paolo ai Tessalonicesi, secondo capitolo versetti 1517:

«Perciò, fratelli, STATE SALDI E MANTENETE LE TRADIZIONI che avete apprese così dalla nostra parola come dalla nostra lettera. E lo stesso Signore nostro Gesù Cristo e Dio Padre nostro, che ci ha amati e ci ha dato, per sua grazia, una consolazione eterna e una buona speranza, conforti i vostri cuori e li confermi in ogni opera e parola di bene»

Ecco in tre versetti come la Verità della Parola di Dio e la potenza dello Spirito Santo scacciano la superbia satanica dei figli di Lutero e di tutti i poveri evangelici illusi e avvolti dalle nebbie di una falsa dottrina.
San Paolo chiaramente equipara la Parola, l’insegnamento orale alla lettera scritta. Hanno entrambi il medesimo valore perché appunto provengono dallo Spirito Santo che in Gesù ha promesso la sua assistenza agli apostoli ed ai suoi successori.
Non solo, egli stesso invita il cristiano a mantenersi saldo nelle tradizioni, nell’originale greco è utilizzato l’accusativo plurale femminile «paradoseis» che ci svela non solo che vi è una tradizione ma che la medesima è tanto un insegnamento orale quanto scritto (plurale), vengono messi dall’apostolo sullo stesso piano, ed è ovvio che sia così.

Pubblicato in Esegesi
   

Mons. Luigi Negri


   

Chi è online  

Abbiamo 33 visitatori e nessun utente online

   

Versetto del giorno  

   

Liturgia del giorno  

   

Catechismo della Chiesa Cattolica  


Clicca sull’immagine

   

Associazione Quo Vadis  


Conosci davvero i testimoni di Geova?
   
   
Sali su
Vai giù
   
hasTooltip