Google+
Apologetica Cattolica,Apologetica,Papa Francesco,Papa,chiesa cattolica,bibbia,sacre scritture,sacra scrittura,cristiani,chiesa,cattolici,religione,chiese,evangelici,testimoni di geova,protestanti,eresie,Dio,Gesù,Maria,Madonna Visualizza articoli per tag: obbedienza ai vescovi

Messa in diretta live  

Clicca qui, e scorri in fondo alla pagina per la diretta video


   

Vedi anche…  

   

Adorazione Perpetua Online  

Adorazione di Gesù Eucarestia perpetua online


   

Bibbia Online  

Leggi la Bibbia online: Dopo l’apertura della pagina potete anche ascoltare i passi cliccando su questo simbolo:

Cerca nella BIBBIA
Per citazione
(es. Mt 28,120):
Per parola:
   

Riflettevo sui versetti della lettera agli Ebrei 13,17 che dice:

“Obbedite ai vostri capi e state loro sottomessi, perché essi vegliano su di voi, come chi ha da renderne conto; obbedite, perché facciano questo con gioia e non gemendo: ciò non sarebbe vantaggioso per voi.”

C’era quindi da capire chi fossero questi capi a cui bisogna stare sottomessi, e se essi fossero in qualche modo identificabili e riconducibili a ritroso fino agli apostoli. Il problema era quindi capire in quale Chiesa risiedeva e risiede la vera autorità discendente dagli apostoli.

1 Tm 4,14 “Non trascurare il dono spirituale che è in te e che ti è stato conferito, per indicazioni di profeti, con l’imposizione delle mani da parte del collegio dei presbiteri.”

1 Tm 5,17 “I presbiteri che esercitano bene la presidenza siano trattati con doppio onore, soprattutto quelli che si affaticano nella predicazione e nell’insegnamento”

1 Tm 5,22 “Non aver fretta di imporre le mani ad alcuno, per non farti complice dei peccati altrui. Conservati puro!”

Tt 1,5 “Per questo ti ho lasciato a Creta perché regolassi ciò che rimane da fare e perché stabilissi presbiteri in ogni città, secondo le istruzioni che ti ho dato”

Seguendo le istruzioni che s. Paolo dava ai responsabili della Chiese locali che fondava, notiamo che i presbiteri, cioè i preti, non si auto-eleggevano, ma venivano scelti dal vescovo, in questi casi da Timoteo e Tito.

Non mi tornava il metodo di auto-proclamazione dei pastori pentecostali, che nella maggior parte dei casi non vengono scelti da nessuno, ma lo fanno autonomamente da se stessi.

E anche a voler considerare i pochi casi trasmissione del ministero pastorale da un pastore anziano ad uno più giovane, mi accorgevo che mancava e manca, sempre la legittimità di tale ministero.

Se Simon Mago incaricava e sceglieva nelle varie città alcuni uomini di sua fiducia, per portare avanti le sue teorie, lo poteva fare, non lo incarcerava nessuno, ma gli mancava tuttavia la legittimità cristiana del suo ministero.

I primi cristiani sapevano a chi guardare, dove andare per non perdersi nelle eresie di Simon Mago. Guardavano gli apostoli, ma anche Tito, Timoteo, Filemone, e ai loro rispettivi incaricati, cioè i preti legittimamente ordinati da loro. E’ così che funziona la successione apostolica, fino ad arrivare ai nostri giorni.

Salvatore Incardona

Pubblicato in Esegesi
   

Mons. Luigi Negri


   

Chi è online  

Abbiamo 239 visitatori e nessun utente online

   

Versetto del giorno  

   

Liturgia del giorno  

   

Catechismo della Chiesa Cattolica  


Clicca sull’immagine

   

Associazione Quo Vadis  


Conosci davvero i testimoni di Geova?
   
   
Sali su
Vai giù
   
hasTooltip