La Scrittura sconfessa la "sola scrittura" (2)

Ecco che anche nel terzo capitolo della seconda lettera ai Tessalonicesi, al versetto 6 troviamo:
"Vi ordiniamo pertanto, fratelli, nel nome del Signore nostro Gesù Cristo, di tenervi lontani da ogni fratello che si comporta in maniera indisciplinata e non secondo la tradizione che ha ricevuto da noi."
Facciamo quindi una piccola ma utile esegesi. Si può subito notare l'autorità con cui Paolo si rivolge alla comunità di Tessalonica, infatti egli in più di un occasione invita con autorità, Παραγγέλλομεν, lo stesso verbo lo incontriamo quando Gesù con autorità invia gli apostoli, nel vangelo di Matteo al capitolo 10 versetto 5 ci dice: "Questi dodici Gesù li inviò dopo averli così ISTRUITI (παραγγείλας); dopo averlo loro ordinato con sapiente autorità proveniente appunto dalla sua divinità. In quel passo l'apostolo ci fa ben capire come le chiese era già ben consapevoli della sottomissione d'autorità che dovevano agli apostoli e a coloro che li avrebbero sostituiti nel medesimo ufficio. Questo in virtù non di sole capacità umane ma come preciso volere del Signore Gesù Cristo. Più avanti nel versetto 12 tornerà a ripetere :"A questi tali ordiniamo...." stesso verbo che esprime autorità ed esclude da subito quella concezione di autocefalia delle chiese primitive che molti vorrebbero far credere.
Cosa dice questo versetto ai credenti di Tessalonica? Vi ordiniamo, secondo l'autorità che in Cristo abbiamo ricevuto, di tenervi lontani da coloro che si comportano in maniera indisciplinata, e non secondo la TRADIZIONE (καὶ μὴ κατὰ τὴν παράδοσιν) che ha ricevuto da noi (ἣν παρελάβοσαν παρ’ ἡμῶν).
Ecco che tutto è chiaro, ancor prima che gli scritti raggiungessero le chiese primitive e ancor prima che Paolo scrivesse alle chiese, esse già conoscevano la sana dottrina e gli insegnamenti di Gesù perché la Tradizione portò loro, per mezzo degli apostoli e di quelli da loro scelti ed istruiti, le azioni, la parola, i riti secondo verità.
Essa è un ulteriore e certissima prova di come la sola scrittura sia soltanto un diabolico espediente per traviare le anime.

Ultima modifica il Martedì, 11 Novembre 2014 03:40
Vota questo articolo
(0 Voti)
Admin

Laurea in Teologia Dogmatica presso Facoltà Teologica di Lugano.
Dottorato in Sacra Teologia Biblica presso Pontificia Università Gregoriana.

Veritas semper una est.

Torna in alto